Riserva No Kill Dora Baltea (Aosta)

Tipologia e principali caratteristiche della riserva di pesca

Pur scorrendo nelle vicinanze di centri abitati la riserva no kill della Dora Baltea è caratterizzata da una grande naturalità delle sponde e dell’alveo. Quando si è in acqua ci si trova completamenti immersi in un contesto naturale e suggestivo, cui fanno da sfondo le cime delle montagne circostanti.

La Dora Baltea ha regime nivo-glaciale, con portata molto elevata durante l'estate e portate ridotte nel periodo invernale. Il corso d'acqua è caratterizzato da acque limpide in gran parte dell'anno e da acque bianche di fusione nel periodo tardo primaverile ed estivo. Nel tratto di riserva lo scorrimento dell’acqua è mediamente lento (paragonato alla tipologia alpina) e sono presenti zone di deposito di sabbia medio fine e alcune soglie di fondo che creano interessanti bacini.

Tecniche e consigli di pesca

Nella riserva no kill della Dora Baltea si pratica principalmente la pesca alla trota, esclusivamente con rilascio del pescato.

Ad inizio stagione si può pescare a ninfa e streamer e, in alcuni momenti, si rivela vincente la pesca a secca a sommersa. Con il progredire della stagione e "l’ingrigimento" delle acque, ninfa e streamer diventano quasi obbligati. Invece verso autunno, da circa metà settembre in poi, la pesca a secca diventa veramente interessante.

Da segnalare che in questo tratto è attualmente attivo uno studio centrato sulla Trota marmorata e sulla Trota fario. Uno degli obiettivi è verificare il tasso di ricattura degli individui di grandi dimensioni di Trota marmorata. L’attività è condotto con la collaborazione di tutti i pescatori frequentanti la riserva, che sono chiamati a segnalare la cattura degli individui marcati con elastomeri.

Accessibilità e percorribilità riserva

La riserva è nelle immediate vicinanze di Aosta, il confine di monte è al ponte Suaz, che collega il Comune di Charvensod e Aosta, il confine di valle è al ponte autostradale in comune di Brissogne (a valle della barriera Aosta-Est). La lunghezza complessiva è di circa 6,5 km, la quota media circa 550 m slm.

le numerose strade presenti nell’area consentono l’accesso alla riserva in qualsiasi punto, arrivando sia da valle che da monte e su entrambe le sponde. In sponda destra è presente una pista ciclabile che costeggia tutta la riserva e permette di raggiungere l’alveo agevolmente.

Per chi arriva in auto dall'autostrada A5, prendere l'uscita di Aosta Est e proseguire per Charvensod, Aosta.

Aree di interesse presenti in zona

La riserva si trova nelle immediate vicinanze dell’abitato di Aosta che, in quanto capoluogo di regione, offre numerose attrazioni per le famiglie. La pista ciclabile permette di percorrere la Dora Baltea da Chatillon a Sarre.

In Comune di Pollein proprio nei pressi della riserva di pesca è presente un'area sportiva attrezzata. Nelle vicinanze della riserva sono presenti gli impianti di risalita della stazione sciistica di Pila, attivi anche nel periodo estivo per passeggiate in montagna e percorsi in mountain bike.

Per maggiori informazioni cliccate QUI, PER VISUALIZZARE LA SEZIONE DEDICATA ALL'AREA