Terme di Comano-Dolomiti di Brenta

LA VALLE DI COMANO DESTINAZIONE UNESCO

Tra il Lago di Garda e le Dolomiti di Brenta c’è la valle di Comano, una terra ricca di biodiversità e di storia, dove il legame tra la gente e il proprio territorio è forte e autentico. Qui l’UNESCO ha riconosciuto preziosità da salvaguardare come le maestose Dolomiti di Brenta, il sito palafitticolo di Fiavè, il Parco Naturale Adamello Brenta come Global Geopark e l’intero territorio come Riserva della Biosfera.

In questa speciale Riserva le risorse naturali sono fonte di benessere, a partire dall’acqua delle Terme di Comano che sgorga naturalmente a 27° le cui proprietà terapeutiche adatte a curare le malattie della pelle, rendono il centro un’eccellenza a livello europeo. Ma il Benessere qui non è solo cura, è soprattutto natura e aria pulita: 5 milioni di alberi, 12 mila ettari di bosco, 5 mila di pascolo e una posizione unica nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta con la sua enorme varietà di flora e fauna.

La ricchezza naturalistica fa da cornice a tre soleggiati altipiani in cui l’agricoltura ha ancora un ruolo importante e dove antichi borghi rurali - due dei quali, Rango e San Lorenzo in Banale, riconosciuti come Borghi più Belli d’Italia - conservano intatta la caratteristica architettura rurale fatta di case addossate le une alle altre, vòlti, androni, vecchi passaggi e antichi ballatoi.

Il passato di questi luoghi è testimoniato anche dalla presenza di chiese affrescate,  castelli medievali e siti archeologici come quello di Fiavè dove sopravvivono i resti di villaggi di quattromila anni fa o quello di San Martino sopra Lundo, con la sua fortezza di età barbarica.

La valle di Comano è anche terra di sapori genuini e prodotti tipici cucinati secondo le usanze di un tempo: la ciuiga di San Lorenzo in Banale, particolare salume con le rape bianche, la noce del Bleggio - entrambi Presidi Slow Food - la patata montagnina del Lomaso sono anche celebrati da folkloristiche feste e sagre autunnali che ne valorizzano l’autenticità e i luoghi di produzione.

Rallentare il ritmo e seguire quello della natura è quindi il modo migliore per vivere la vacanza in valle dove ci si sposta a piedi, in bicicletta o con la mobilità alternativa per sentirsi davvero in sintonia con l’ambiente e per ripercorrere posti unici carichi di storia di cui le antiche architetture in pietra e legno sono ancora intrise.

Ricordiamo alcune regole importanti per la raccolta funghi in questa zona:

-Nella provincia di Trento la raccolta è regolamentata da un'apposita legge che prevede un permesso a pagamento. E' ammessa una quantità giornaliera non superiore ai 2 kg per persona di età superiore ai 10 anni. E' vietato effettuare la raccolta dalle ore 19.00 alle ore 7.00. Copia del testo di legge è disponibile presso gli uffici informazione;

-All'interno dei confini del Parco Naturale Adamello Brenta nell'ambito territorialmente competente dei Comuni di: Comano Terme, San Lorenzo Dorsino e Stenico, la raccolta dei funghi è consentita ai soli residenti in un comune della Provincia di Trento. Per le persone non residenti in un comune della provincia,  è possibile la raccolta di funghi nel territorio del Parco Naturale Adamello Brenta nell'ambito dei comuni sopra citati, purchè le stesse soggiornino in un Comune della Provincia di Trento, a scopo turistico, per almeno cinque giorni consecutivi, fermo restando l'obbligo della denuncia e del pagamento.


La valle di Comano è il luogo in cui il rispetto per la cultura e le tradizioni si sposa con una cultura locale attenta alla sostenibilità ambientale, all’energia pulita e alla qualità del cibo, un museo a cielo aperto dove uomo e natura convivono in armonia ed equilibrio. Per informazioni su dove soggiornare potete contattare:

Azienda per il Turismo Terme di Comano-Dolomiti di Brenta

Via C. Battisti, 74  - 38077 Ponte Arche-Comano Terme (TN)

www.visitacomano.itinfo@visitacomano.it




comano